NEWS
L'AGCM al Parlamento: Necessario regolamentare il lobbying
Scritto il 2015-10-18 da lobbyingitalia su Italia
Serve una nuova legge sul conflitto di interessi e una regolamentazione dell'attivita' di lobbying. Lo chiede l'Antitrust, nell'ultima relazione sulla materia trasmessa al Parlamento. In particolare, l'autorita' presieduta da Giovanni Pitruzzella, chiede ''una complessiva rivisitazione'' della normativa in vigore, per ''rafforzare le misure a carattere preventivo e fornire all'Antitrust adeguati mezzi di enforcement, diretti ad as­sicurare un effettivo ed efficace perseguimento delle finalita' previste asse­gnate in entrambi i settori nei quali esercita i poteri di vigilanza, vale a dire i conflitti di interessi e le incompatibilita' governative''.

Ed e' proprio ''indispensabile una riformulazione della no­zione di conflitto di interessi, attribuendo centrale rilevanza alla situazione di pericolo che differenzia il conflitto di interessi rispetto ai canonici reati contro la pubblica amministrazione''.

A questo proposito, l'Autorita' segnala, ad esempio, che, in base all'attuale legge, per verificare l'esistenza di in conflitto per incidenza patri­moniale, occorre la presenza di requisiti quali l'adozione di un atto di governo, il vantaggio patrimoniale preferenziale e il danno all'interesse pubblico, nonche' il collegamento fun­zionale tra questi elementi e il titolare di carica. ''Condizioni, queste, non solo di non facile verifica, ma anche spesso non riscontrabili in rapporto a fattispecie concrete'', e' scritto nella relazione al Parlamento.
Il disegno di riforma attualmente in discussione alla Camera presenta ''una serie di significative innovazioni'', tuttavia si ritiene opportuno mantenere in capo all'Antitrust le attuali competenze, piuttosto che affidarle ad un'istituenda Commissione nazionale per la prevenzione dei conflitti di interesse come prevede la proposta in discussione.
L'organismo presieduto da Pitruzzella considera inoltre necessario introdurre nel nostro ordinamento anche ''un'apposita regolamentazione in materia di rappresentanza degli interessi (disciplina delle cosiddette lobby), della quale, come noto, il nostro Paese e' ancora privo''.
''La trasparenza del settore lobbistico -ammonisce l'Antitrust- si inserisce in un piu' ampio sistema di integrita' del settore pubblico, che contribuisca a mitigare i rischi di conflitti di interesse nelle fasi decisionali; rischi attualmente amplificati, in ambito nazionale, dall'incontestabile rapporto esistente fra la sostanziale assenza di una regolamentazione delle attivita' lobbistiche, il con­testuale perdurare di situazioni di conflitto di interessi, dovuto agli evidenti limiti della normativa di settore e, non da ultimo, dal perpetrarsi di fenomeni corruttivi''.
L'Autorita' garante per la concorrenza e il mercato considera ''di estremo interesse'' il disegno di legge sulla materia in discussione al Senato, esprimendo ''un generale apprezza­mento'' per le previsioni contenute in questo testo, ''finalizzato ad introdurre finalmente, nel nostro ordinamento, un'apposita normativa in ma­teria di regolazione dell'attivita' di lobbying''.

Una legge che dovra' garantire trasparenza, vale a dire verificabilita' e conoscenza dei rapporti intercorrenti tra lobbisti e soggetti pubblici; integrita', ossia eticita' delle condotte poste in essere sia dalle istituzioni pubbliche che dai lobbisti; parita' di accesso, vale a dire assicurare ad una pluralita' di interessi l'accesso al processo decisionale.

In conclusione l'Antitrust ''confida che il processo di riforma in materia di conflitto di interessi possa essere finalmente realizzato nella direzione piu' volte tracciata non solo nelle propri relazioni semestrali, ma anche dagli or­ganismi europei e internazionali, a tal fine integrando il quadro degli inter­venti sul tema dell'etica pubblica nell'ambito delle specifiche esperienze maturate dalle diverse Autorita' nei rispettivi settori di riferimento''.

A tal fine, e' auspicabile -ribadisce l'Antitrust- la previsione di una contestuale regolamenta­zione e vigilanza sulle attivita' di lobbying, da inserire in un complesso di norme che possa finalmente contrastare in via preventiva i rischi di conflitti di interesse nelle fasi decisionali, nonche' il verificarsi di fenomeni corruttivi''.

''Tale rilevante obiettivo appare nell'attuale momento storico piu' facilmente raggiungibile, anche alla luce delle rilevanti modifiche da ultimo apportate dal Parlamento in tema di legalita' alla normativa anti-corruzione, nonche' delle recenti prospettive di riforma della legislazione sul conflitto di interessi delineate dall'attuale governo''.

Articoli Correlati
Professionisti oppressi da montagne di documenti e dalla burocrazia che comporta l'interazione con gli uffici giudiziari? In vostro aiuto arriva GenIUS di Astalegale.net, il software conveniente e semplice pensato per snellire e facilitare le procedure del Processo Civile Telematico (PCT). Società leader in Italia nel settore della pubblicità legale e nell'informatizzazione delle procedure esecutive e concorsuali, Astalegale.net ha messo ha frutto l'attività pluriennale svolta presso diversi Tribunali per sviluppare un gestionale dedicato ad avvocati, commercialisti, agronomi e periti a vario titolo operanti con i Tribunali d'Italia, che consente la redazione di documenti e il loro deposito con valore legale (ovvero con certificato di ricezione dalla cancelleria) e in modo telematico e prevede numerose altre funzioni di grande utilità per i professionisti. Come spiegato nel video di presentazione del software, GenIUS permette infatti di liberarsi di carta e incombenze e di ottimizzare i tempi con un servizio all in one che dà la possibilità di consultare, inviare, archiviare e delegare atti e documenti e di gestire la fatturazione alla PA e il pagamento delle spese di giustizia completamente per via telematica, appoggiandosi a un unico ambiente. In particolare, il gestionale di Astalegale.net risponde all'esigenza prevista dalla nuova normativa secondo la quale tutte le fatture per la PA devono essere in formato elettronico, ricercando automaticamente gli enti ai quali emettere le fatture, inoltrando queste ultime al sistema ministeriale per la validazione, monitorandone la convalida e conservandole a valore legale per 10 anni come richiesto. Per quanto riguarda le spese di giustizia, invece, oltre a permettere di effettuare i pagamenti in modalità telematica, GenIUS consente anche di ricercare le ricevute direttamente nei registri di cancelleria. Inoltre, il sofwtare di Astalegale.net è web based senza installazione, prevede la funzione backup per tutto, non richiede aggiornamenti e può essere utilizzato da qualsiasi dispositivo, anche mobile. Last but non least, GenIUS è semplice da utilizzare grazie a un wizard che spiega tutti i procedimenti, a una guida online sempre aggiornata, a un numero verde dedicato e a un team di specialisti dislocato presso 60 Tribunali che offre un'assistenza diretta puntuale e qualificata. Maggiori informazioni su GenIUS e su tutti i servizi e le attività di Astalegale.net sono disponibili sul sito infogenius.astalegale.net. Sponsored by Astalegale

Imprese - Comunicablog

"Ti lascio. Da oggi merito di più": è questo il nuovo slogan della campagna pubblicitaria Samsung che punta tutto sui nuovi tablet Galaxy Tab S e Galaxy Note Pro e invita i propri utenti a mettere da parte i propri vecchi PC. Per questo motivo ha indetto un'iniziativa che mette a disposizione un buono sconto per l'acquisto di uno di questi prodotti. I consumatori potranno lasciare sul sito dell'iniziativa www.tilascio.com un messaggio di addio per il proprio computer oppure una foto che testimoni in che modo il vecchio dispositivo è stato riutilizzato o riciclato. Per tutti i partecipanti Samsung rilascerà un buono sconto da 150 euro che potrà essere usato, dal 18 fino al 30 settembre, nei punti vendita convenzionati, per l'acquisto di un Galaxy Note Pro o Galaxy Tab S. Quest'ultimo rappresenta una vera e propria innovazione del mondo dei tablet professionali. Con schermo Super AMOLED da 10.5", processore Octa Core da 1.9 Ghz, 3 GB di RAM e memoria interna da 16 GB (espandibile fino a 128 GB tramite MicroSD) è un vero e proprio gioiello, perfetto sia per l'utilizzo quotidiano che per quello professionale. Per visionare tutte le informazioni sull'iniziativa di Samsung e le pagine tecniche dedicate ai nuovi tablet potete collegarvi al sito ufficiale  Potrete lasciare i vostri messaggi e leggere quelli già mandati dagli altri consumatori che hanno deciso di "lasciare" il proprio PC per aprirsi alle nuove tecnologie proposte da Samsung. Di seguito vi mostriamo uno dei simpatici video realizzati da Samsung che mostra come è possibile riciclare il vostro vecchio Pc, ma soprattutto come il nuovo Galaxy Tab S sia adatto anche all'utilizzo da parte dei più piccoli grazie alla comodissima "Kids Mode" che impedirà ai vostri figli di mettere mano sui vostri file e cartelle personali. L'iniziativa di Samsung è anche Social: (se volete partecipare potete) condividete il video utilizzando l'hashtag ufficiale #tilascio che Samsung ha dedicato al progetto! Sponsored by Samsung Italia

Imprese - Comunicablog

LOBBYINGITALIA
NEWS