NEWS
Senato: I testi a fronte dei ddl "lobby" (al 15 settembre 2014)
Scritto il 2014-09-29 da Franco Spicciariello su Documenti

L'ufficio ricerche sulle questioni istituzionali, sulla giustizia e sulla cultura del Senato della Repubblica ha redatto un dossier sui disegni di legge presentati sul tema dell'attività di lobbying. Il dossier presenta una comparazione tra i disegni di legge in esame (al 15 settembre 2014) presso la Commissione Affari costituzionali del Senato (AA.SS. nn. 281, 358, 643, 806, 992, 1497 e 1522).

Manca il ddl 1191 che è stato assegnato alla Commissione Affari Costituzionali solo il 26 settembre, anche se in ogni caso la Commissione - attraverso il lavoro del relatore, Sen. Francesco Campanella (Gruppo Misto, ex 5 Stelle) appare orientata ad usa il ddl 1497 come testo base. Ad oggi le proposte presentate non sono mai state discusse, e la Commissione sta semplicemente accorpando  i testi con il medesimo argomento.

Interessante l'analisi dei testi a fronte, in particolare in relazione alle varie definizioni e caratteristiche: chi sono i rappresentanti di interessi particolari, cos'è l'attività di lobbying e di relazioni istituzionali (termini usati solo dal ddl 806), l'esclusione dall'applicazione della legge dei sindacati anche se fuori dalle procedure di concertazione (tutti), dei giornalisti (ddl 992), l'istituzione di autorità differenti o assegnazione del registo alla CIVIT o all'AGCM, l'impegno a rispettare un codice deontologico, l'obbligo di consultazione (solo i ddl 1497 e 643), previsione di sanzioni.

LOBBYINGITALIA
NEWS