NEWS
Ormai è diventata la Pensatoio spa
Scritto il 2010-01-26 da lobbyingitalia su Italia

Sono enti non profit, nati e cresciuti per contribuire al dibattito politico-culturale. Da un po' di tempo a questa parte, però, si stanno attrezzando anche per il business. Certo, in quanto organismi senza scopo di lucro hanno le mani un po' legate. Ma dalle parti dei think tank italiani, tutti più o meno legati a personalità politiche di spicco, non si sono persi d'animo.

Si prenda la fondazione Farefuturo, presieduta dal numero uno di Montecitorio, Gianfranco Fini. L'anno scorso ha costituito la Farefuturo Editore, una srl che ha come oggetto sociale, tra le altre, l'attività editoriale. E infatti la società, controllata al 100% dalla fondazione finiana, edita Ffweb magazine, il periodico dell'ente. Da segnalare, però, che l'oggetto della Farefuturo Editore comprende tante altre possibilità: «l'organizzazione di manifestazioni; l'organizzazione e la gestione di mostre, fiere, ed esposizioni; l'allestimento e la cura di uffici stampa».

Anche la fondazione Magna Carta si è attrezzata. L'ente, il cui presidente onorario è Gaetano Quagliariello, vicepresidente dei senatori del Pdl, controlla il 100% della Magna Carta servizi. Si tratta di una srl che ha per oggetto «l'attività di pubblicazione e distribuzione di libri, dispense e di qualsivoglia altro prodotto editoriale, con esclusione di giornali quotidiani». Ma il perimetro si può estendere «al settore della didattica, curando l'ideazione e la realizzazione di corsi e seminari di carattere formativo, anche di alta specializzazione». La srl, il cui amministratore è Sergio Corbello, direttore generale della fondazione, ha chiuso il 2008 con un fatturato di 57.927 , ma un perdita di valore quasi identico (57.472 ).

Una macchina da soldi sembra essere l'Arel Servizi, srl controllata al 95% dall'Arel, ente di cui è segretario generale Enrico Letta (Pd). Come al solito l'oggetto sociale è molto ampio e va dall'editoria all'acquisto e permuta dei diritti d'autore, dall'elaborazione di dati all'effettuazione di studi e ricerche. Ebbene, nel 2008 l'Arel Servizi ha messo a segno un fatturato di ben 820.371 euro (con un utile di 3.336). E dall'ultimo bilancio spuntano, al 31/12/2008, anche disponibilità liquide per 104.559 e investimenti obbligazionari (in titoli Intesa Sanpaolo e Kbc Ifima) per un totale di 322.440 ).

Infine anche la Free Foundation, vicina al ministro della funzione pubblica Renato Brunetta, sembra essere collegata a una srl che si chiama Full Contract. Si tratta di una società di consulenza aziendale, il cui numero di codice fiscale, fino a ieri sera, coincideva esattamente con quello di partita Iva della fondazione riportato sul sito internet. Così come coincidente è l'indirizzo dei due organismi e identico il vertice, impersonato in entrambi i casi da Canio Zampaglione. Quest'ultimo, contattato da ItaliaOggi, ha però tenuto a precisare che, al di là delle coincidenze, la società non ha nulla a che vedere con la fondazione. E ha spiegato che il numero di partita Iva della fondazione, riportato sul sito e coincidente con quello della società, non era quello giusto. E infatti nella serata di ieri il numero è stato prontamente cambiato.

Stefano Sansonetti - Italia Oggi

Articoli Correlati
Professionisti oppressi da montagne di documenti e dalla burocrazia che comporta l'interazione con gli uffici giudiziari? In vostro aiuto arriva GenIUS di Astalegale.net, il software conveniente e semplice pensato per snellire e facilitare le procedure del Processo Civile Telematico (PCT). Società leader in Italia nel settore della pubblicità legale e nell'informatizzazione delle procedure esecutive e concorsuali, Astalegale.net ha messo ha frutto l'attività pluriennale svolta presso diversi Tribunali per sviluppare un gestionale dedicato ad avvocati, commercialisti, agronomi e periti a vario titolo operanti con i Tribunali d'Italia, che consente la redazione di documenti e il loro deposito con valore legale (ovvero con certificato di ricezione dalla cancelleria) e in modo telematico e prevede numerose altre funzioni di grande utilità per i professionisti. Come spiegato nel video di presentazione del software, GenIUS permette infatti di liberarsi di carta e incombenze e di ottimizzare i tempi con un servizio all in one che dà la possibilità di consultare, inviare, archiviare e delegare atti e documenti e di gestire la fatturazione alla PA e il pagamento delle spese di giustizia completamente per via telematica, appoggiandosi a un unico ambiente. In particolare, il gestionale di Astalegale.net risponde all'esigenza prevista dalla nuova normativa secondo la quale tutte le fatture per la PA devono essere in formato elettronico, ricercando automaticamente gli enti ai quali emettere le fatture, inoltrando queste ultime al sistema ministeriale per la validazione, monitorandone la convalida e conservandole a valore legale per 10 anni come richiesto. Per quanto riguarda le spese di giustizia, invece, oltre a permettere di effettuare i pagamenti in modalità telematica, GenIUS consente anche di ricercare le ricevute direttamente nei registri di cancelleria. Inoltre, il sofwtare di Astalegale.net è web based senza installazione, prevede la funzione backup per tutto, non richiede aggiornamenti e può essere utilizzato da qualsiasi dispositivo, anche mobile. Last but non least, GenIUS è semplice da utilizzare grazie a un wizard che spiega tutti i procedimenti, a una guida online sempre aggiornata, a un numero verde dedicato e a un team di specialisti dislocato presso 60 Tribunali che offre un'assistenza diretta puntuale e qualificata. Maggiori informazioni su GenIUS e su tutti i servizi e le attività di Astalegale.net sono disponibili sul sito infogenius.astalegale.net. Sponsored by Astalegale

Imprese - Comunicablog

"Ti lascio. Da oggi merito di più": è questo il nuovo slogan della campagna pubblicitaria Samsung che punta tutto sui nuovi tablet Galaxy Tab S e Galaxy Note Pro e invita i propri utenti a mettere da parte i propri vecchi PC. Per questo motivo ha indetto un'iniziativa che mette a disposizione un buono sconto per l'acquisto di uno di questi prodotti. I consumatori potranno lasciare sul sito dell'iniziativa www.tilascio.com un messaggio di addio per il proprio computer oppure una foto che testimoni in che modo il vecchio dispositivo è stato riutilizzato o riciclato. Per tutti i partecipanti Samsung rilascerà un buono sconto da 150 euro che potrà essere usato, dal 18 fino al 30 settembre, nei punti vendita convenzionati, per l'acquisto di un Galaxy Note Pro o Galaxy Tab S. Quest'ultimo rappresenta una vera e propria innovazione del mondo dei tablet professionali. Con schermo Super AMOLED da 10.5", processore Octa Core da 1.9 Ghz, 3 GB di RAM e memoria interna da 16 GB (espandibile fino a 128 GB tramite MicroSD) è un vero e proprio gioiello, perfetto sia per l'utilizzo quotidiano che per quello professionale. Per visionare tutte le informazioni sull'iniziativa di Samsung e le pagine tecniche dedicate ai nuovi tablet potete collegarvi al sito ufficiale  Potrete lasciare i vostri messaggi e leggere quelli già mandati dagli altri consumatori che hanno deciso di "lasciare" il proprio PC per aprirsi alle nuove tecnologie proposte da Samsung. Di seguito vi mostriamo uno dei simpatici video realizzati da Samsung che mostra come è possibile riciclare il vostro vecchio Pc, ma soprattutto come il nuovo Galaxy Tab S sia adatto anche all'utilizzo da parte dei più piccoli grazie alla comodissima "Kids Mode" che impedirà ai vostri figli di mettere mano sui vostri file e cartelle personali. L'iniziativa di Samsung è anche Social: (se volete partecipare potete) condividete il video utilizzando l'hashtag ufficiale #tilascio che Samsung ha dedicato al progetto! Sponsored by Samsung Italia

Imprese - Comunicablog

LOBBYINGITALIA
NEWS